10/10/2020 Giovane Diario

Nonostante la nostalgia per la Casamance, il risveglio a Dakar con i canti dei nani della Garderie è piacevole e sa di casa.

Dopo una mattinata passata tra vari giri da taxisti senegalesi e l’ultimo pranzo tutti insieme con i bambini dell’Ecole (A bientot!), il pomeriggio prosegue con la visita alle Pompidouse, donne della baraccopoli di Medina.

Qui, tra tentennanti tentativi di macinare il miglio parliamo con le mamme delle bambine del nuovo progetto della Ma.de, la casa dello studente che le accoglierà durante gli studi! Increduli riceviamo il nulla osta delle mamme e ora resta solo che equipaggiare la maison:)

Dopo una fugace puntata a comprare wax (le coloratissime stoffe africane)e una tappa in un pezzo di storia (unico negozio di vinili della città), ci rimbottigliamo nel traffico Dakarense per portare i maestri a casa!

La serata si chiude con una cena a las Ambassade in compagnia di Awa, la dolce metà del nostro Talla!

Giornata piena!

Aurevoir:)

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *