04/10/19 D_istantaneo

Immaginate di vivere al primo, secondo o terzo piano di una casa in una città affacciata sul mare dalle temperature decisamente calde, tipo Dakar. L’acquedotto della città però è un po’ datato e la pressione idrica, più passano gli anni più diventa così scarsa, che per riempire un bicchiere d’acqua è necessario aprire il rubinetto più basso a pianoterra.

Ci si può sempre arrangiare con i secchi…. certo… ma se invece di essere in una casa immaginate di essere in un asilo/scuola materna a Dakar, avere l’acqua su tutti i piani è più che necessario. Per farla corta abbiamo installato recentemente una pompa a pressione per spingere l’acqua nel serbatoio/riserva d’acqua installato all’ultimo piano. Risolto il problema? In parte si. Peccato che ora tra il primo e il secondo piano un raccordo dell’impianto idrico non era assolutamente preparato a tutta questa abbondanza d’acqua e siamo dovuti intervenire smontando mezzo pavimento di un bagno.

Come si chiama?…. contrappasso?

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Accetto la Privacy Policy