07/12/2015


E’ luned?, la garderie torna in funzione dopo il week-end e noi finalmente possiamo rivedere tutti i bimbi e tutto il personale; apriamo la porta d’ingresso emozionati e impazienti, e veniamo travolti dai sorrisi degli insegnanti, dai loro abbracci, dalle strette di mano, dai ??a v??? e poi tutt’intorno spuntano uno dopo l’altro i bambini che ci osservano con curiosit?, ci scrutano un po’ prima di prendere confidenza e poi ti tendono la mano e alla fine arriva anche un sorriso Emoticon smile

Ci sono proprio tutti a parte il nostro caro direttore Amady che ha raggiunto la moglie e la piccola Khady in Francia. Questa giornata l’abbiamo passata in mezzo ai bimbi, sparpagliati nelle classi, cercando di farci piccoli piccoli per non disturbare e per poter gustare di una lezione fatta alla GarderiEcole UnAutreMonde; abbiamo cos? seguito la lezione di arabo, matematica e grammatica (molto utile anche per noi che con il francese facciamo ancora un po’ di fatica). Tra una lezione e l’altra abbiamo trovato il modo di infilarci golosamente in cucina e indagare sul men? di tutta la settimana… l’ora del pranzo ? stata pi? attesa da noi tre che da tutti i bimbi messi insieme, era troppo tempo che non mangiavamo cibo senegalese preparato dalle sapienti mani delle due Maimouna; thieboudienne per tutti!!! 
Per cena siamo stati ospiti di Lia, l’amica di Emanuela; una cena all’italiana accompagnata da chiacchiere e risate.
Stare qui ? una continua scoperta; conosci persone nuove, impari cose nuove, vedi posti nuovi…trovi sempre quel qualcosa o quel qualcuno che ti regala un pezzo di mondo.
Eli, Manu&Mao

Finita la riunione io eMaurice abbiamo parlato con Fatou del campo di vacanza, essendo lei pratica di colonie estive; ci saranno attivit? in condivisione tra toubab (termine che significa bianco in wolof) e senegalesi, animazione, sport, piccole rappresentazioni teatrali e mille altre cose.
Dopo quest’incontro io, Maurice, Valentina e Samba siamo andati a salutare le persone che vivono nella baraccopoli di Medina (il quartiere dove abitano alcuni bambini dell’asilo).
In mezzo alle tante persone che vi vivono all’interno, ai sorridenti bambini, all’accoglienza delle donne, prendono vita in noi tanti pensieri, ma soprattutto tutto ci? che ci circonda, lo stare qui, l’asilo, la scuola, si vestono di nuovo valore, ed ? un’emozione che ci accompagna fino alla sera, fin dentro l’ultimo pensiero pesante e felice prima di addormentarci. Sono questi momenti, questi incontri a volte a fare la differenza, a regalarci quel qualcosa in pi? che ci si porta al ritorno da questi viaggi.

Eli&Vale

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Accetto la Privacy Policy