La fiamma olimpica ha acceso i nostri cuori


La giornata di oggi ? stata la giornata pi? faticosa ma anche la pi? soddisfacente.

Tra corse, sfide e sport, i bambini si sono uniti in un unico grande gruppo. Francese, wolof, mandingo non avevano pi? rilievo, perch? l’importante era esultare tutti insieme.

Anche il rapporto tra noi e loro si ? consilidato. Difficile spiegare a parole l’emozione che abbiamo provato quando i bimbi solitamente pi? ritrosi e timidi ci sono saltati in braccio per festeggiare un gol o ci hanno preso per mano chiedendoci di andare a giocare con loro.

Forse ancora pi? emozionante ? stato il momento in piscina. E’ stato inevitabile notare i loro sorrisi e le loro espressioni piene di gioia mentre abbracciati a noi imparavano a stare a galla. E’ incredibile pensare a come in cos? poco tempo siamo passati da essere Toubab estranei a essere le persone a cui aggrapparsi nel momento del bisogno e della paura.

Le barriere culturali, linguistiche ed emotive sono ormai state superate. Tuttavia, non ci siamo ancora abituati ai tempi senegalesi e pertanto non abbiamo potuto fare a meno di rimanere basiti per il fatto che la cena prevista per le otto ? stata servita quasi quattro ore dopo, causa ritardata partenza dell’addetto all’acquisto del pesce. Ma niente paura, ci stiamo lavorando e siamo certi che riusciremo a perdere il volo di ritorno perch? ci presenteremo in aeroporto quattro ore dopo!

Deni & Eli

Finita la riunione io eMaurice abbiamo parlato con Fatou del campo di vacanza, essendo lei pratica di colonie estive; ci saranno attivit? in condivisione tra toubab (termine che significa bianco in wolof) e senegalesi, animazione, sport, piccole rappresentazioni teatrali e mille altre cose.
Dopo quest’incontro io, Maurice, Valentina e Samba siamo andati a salutare le persone che vivono nella baraccopoli di Medina (il quartiere dove abitano alcuni bambini dell’asilo).
In mezzo alle tante persone che vi vivono all’interno, ai sorridenti bambini, all’accoglienza delle donne, prendono vita in noi tanti pensieri, ma soprattutto tutto ci? che ci circonda, lo stare qui, l’asilo, la scuola, si vestono di nuovo valore, ed ? un’emozione che ci accompagna fino alla sera, fin dentro l’ultimo pensiero pesante e felice prima di addormentarci. Sono questi momenti, questi incontri a volte a fare la differenza, a regalarci quel qualcosa in pi? che ci si porta al ritorno da questi viaggi.

Eli&Vale

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Accetto la Privacy Policy