Bienvenue ? l’?cole


Arrivati a Dakar e superato il primo impatto con gli ?assistenti ai bagagli? ci sentiamo subito a casa, soprattutto guardando video e foto della meravigliosa festa che abbiamo mancato per poche ore.

La garderie testimonia una strana quiete dopo la tempesta, della quale godiamo attraverso qualche dolcetto e crepes superstiti della giornata. Breve passeggiata per ambientarci a un clima inaspettatamente fresco e dopo il classico aperitivo a base di ataya con menta fresca svoltiamo con una cena tranquilla con Maurizio ed Amady, in un locale carino di loro conoscenza. 
A nanna presto, nella nostra nuova/vecchia casa in ristrutturazione, con la voglia di alzarci presto e correre alla garderie…
Svegli di buon ora, come nostro solito, salutiamo velocemente gli operai al lavoro per la ristrutturazione della nuova scuola e costringiamo Mao a correre in Garderie dove, accompagnati dal nostro caro directeur, esploriamo ogni singola classe e sessione incontrando vecchie conoscenze e nuovi visi. Ci rendiamo finalmente conto di cosa vuol dire vivere l’asilo nella sua quotidianit?, ma non ancora di come possano essere effettivamente 116 bambini.
Per vivere a pieno l’esperienza ci catapultiamo in una giornata particolarmente importante per loro, giorno di verifiche. Vedere quanto si impegnano e vedere l?energia e la dedizione che ci mettono ci mette quasi in soggezione in quanto ci rende possibile elemento di disturbo. In realt? dopo i primi momenti di curiosit? ? un attimo sentirsi parte del gruppo. 
Dopo il pranzo e la siesta gi? con la lezione pi? interattiva della giornata, la superstar Yoro si rivela ancora una volta capace di coinvolgere tutti con canti e giochi, rendendo speciale anche una lezione di arabo.
La giornata scorre veloce ed ? gi? ora di accompagnare i bambini saltellanti ed euforici in baraccopoli.
Vi salutiamo sgranocchiando noccioline e preparando gli zaini per domani: direzione Casamance
Elena&Roberto

(tra parentesi… ? attivo da qualche giorno un ulteriore modo di sostenere tutto questo progetto…. scoprilo cliccando qui

Finita la riunione io eMaurice abbiamo parlato con Fatou del campo di vacanza, essendo lei pratica di colonie estive; ci saranno attivit? in condivisione tra toubab (termine che significa bianco in wolof) e senegalesi, animazione, sport, piccole rappresentazioni teatrali e mille altre cose.
Dopo quest’incontro io, Maurice, Valentina e Samba siamo andati a salutare le persone che vivono nella baraccopoli di Medina (il quartiere dove abitano alcuni bambini dell’asilo).
In mezzo alle tante persone che vi vivono all’interno, ai sorridenti bambini, all’accoglienza delle donne, prendono vita in noi tanti pensieri, ma soprattutto tutto ci? che ci circonda, lo stare qui, l’asilo, la scuola, si vestono di nuovo valore, ed ? un’emozione che ci accompagna fino alla sera, fin dentro l’ultimo pensiero pesante e felice prima di addormentarci. Sono questi momenti, questi incontri a volte a fare la differenza, a regalarci quel qualcosa in pi? che ci si porta al ritorno da questi viaggi.

Eli&Vale

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Accetto la Privacy Policy