Ore 7.45


Ore 7.45 : risveglio traumatico per i volontari che dormono nell’asilo nuovo. Elena d. si aggira per la casa senza darsi pace per l’odorino di fogna niente male che ci da il buongiorno stamattina . All’arrivo dei bambini in un tripudio di colori , nel guardarli ci rendiamo conto che dev’essere un giorno speciale. E’ venerd? , quindi tutti in fila per la moschea. Oggi ? un giorno di festa !Nella mattinata le attivit? procedono per la preparazione dello spettacolo finale mentre nel pomeriggio ai laboratori gi? consolidati di braccialetti e scoobydoo si ? aggiunta la proiezione di cartoni animati . Tornando alla Garderie per la cena , tutti agghindati con braccialetti e collane fatte dai nani, ci accorgiamo di aver creato un mostro. Per Valentina si parla del dodicesimo braccialetto in due ore ! Nel frattempo fervono i preparativi per la partenza di domani : destinazione Popenghine ! Nel compattare vestiti e cibarie cantiamo a sguarciagola ‘Negritudine’, che speriamo di imparare per lo spettacolo finale. Vorremo mica far brutta figura?! Il vento ci ha fregato il fal?. Ora vi salutiamo che il computer va in valigia e viene al mare con noi !
Prossime notizie dalla spiaggia .
E&M

Finita la riunione io e Maurice abbiamo parlato con Fatou del campo di vacanza, essendo lei pratica di colonie estive; ci saranno attivit? in condivisione tra toubab (termine che significa bianco in wolof) e senegalesi, animazione, sport, piccole rappresentazioni teatrali e mille altre cose.
Dopo quest’incontro io, Maurice, Valentina e Samba siamo andati a salutare le persone che vivono nella baraccopoli di Medina (il quartiere dove abitano alcuni bambini dell’asilo).
In mezzo alle tante persone che vi vivono all’interno, ai sorridenti bambini, all’accoglienza delle donne, prendono vita in noi tanti pensieri, ma soprattutto tutto ci? che ci circonda, lo stare qui, l’asilo, la scuola, si vestono di nuovo valore, ed ? un’emozione che ci accompagna fino alla sera, fin dentro l’ultimo pensiero pesante e felice prima di addormentarci. Sono questi momenti, questi incontri a volte a fare la differenza, a regalarci quel qualcosa in pi? che ci si porta al ritorno da questi viaggi.

Eli&Vale

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Accetto la Privacy Policy